Alimentazione contro l’insonnia: cosa mangiare per dormire meglio

Secondo i dati dell’Associazione Italiana per la Medicina del Sonno (AIMS) sarebbero ben 12 milioni le persone che in Italia soffrono di disturbi del sonno. Tra i disturbi più comuni durante il riposo ci sono, oltre alla comune insonnia, risvegli notturni, precoci e frequenti, difficoltà a riprendere sonno, eccessiva sonnolenza diurna (ESD), narcolessia e apnee ostruttive del sonno (OSA).

Il dato è ancor più preoccupante se si considera che i disturbi del sonno a lungo termine possono portare a gravi ripercussioni sulla salute psico-fisica. Infatti, una persona che dorme poco è più incline alla violenza, ad essere di cattivo umore, è facilmente irritabile e fa più fatica sia nel concentrarsi che nell’apprendere informazioni nella vita quotidiana.

Può sembrare scontato ma grazie all’alimentazione è possibile ridurre questi disturbi, scegliendo di assumere alimenti specifici con un alto contenuto di vitamine e sali minerali che svolgono un ruolo cruciale nella regolazione naturale del sonno.


Cosa mangiare per conciliare il sonno?

I nutrienti più importanti per curare i disturbi del sonno sono la melatonina, le fibre, il magnesio, il triptofano e l’acqua. La maggior parte dei carboidrati complessi come pane, pasta, riso e cereali, meglio ancora se integrali, sono altamente consigliati per il loro apporto nutritivo soddisfacente.

Anche latte e derivati, ricchi di triptofano, calcio e vitamina B rappresentano un ottimo rimedio contro l’insonnia; infatti, un bicchiere di latte prima di andare a letto è tra le soluzioni più ricorrenti per chi soffre di insonnia, da provare anche in gustose varianti come il golden milk. Altri alimenti ricchi di vitamine e fibre sono la frutta fresca e secca, così come le verdure a foglia.

Inoltre, esistono un’infinità di tisane a base di erbe rilassanti, spezie o infusi di ogni genere, pensati oltre che per conciliare il sonno anche per mantenere l’organismo ben idratato. Tra gli infusi ci sono: la camomilla, la melissa, la malva, la valeriana, la passiflora, il biancospino e il tiglio.

Le soluzioni alternative per riuscire a dormire

Qualora una corretta dieta non bastasse, per risolvere questo problema non bisogna necessariamente far ricorso a farmaci andando in contro al rischio di dipendenza o di effetti collaterali spiacevoli. Infatti, è possibile integrare la dieta con altre soluzioni naturali come i prodotti omeopatici acquistabili online, i quali possono aiutare a ridurre i disturbi del sonno.

Come viene specificato nelle etichette, questi prodotti non sono farmaci e non prevedono un piano terapeutico mirato per un particolare disturbo, però possono favorire il sonno e il rilassamento, permettendo a chi ne ha bisogno di dormire una o più notti serenamente e senza interruzioni. 

Si tratta di prodotti sicuri, privi di controindicazioni e facilmente reperibili online, che contengono sostanze che, oltre ad essere in parte già presenti e prodotte dal nostro organismo, agiscono tutte a livello del sistema nervoso, provocando dunque uno stato di rilassamento tale da favorire il sonno. Ovviamente, rimane sempre consigliato a tutti di consultare un medico prima della loro assunzione, specialmente se si stanno assumendo altri farmaci o si soffre di patologie particolari.

Redazione

Redazione editoriale "M Social Magazine" - www.emmepress.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.