Lino Ramunno | È il suo il miglior panettone del mondo! | INTERVISTA

“Sin da giovanissimo Lino Ramunno, inizia il percorso che lo ha portato ad essere un maestro pasticcere, nelle migliori pasticcerie e forni della Capitale.”

Queste le parole che descrivono il percorso professionale ed artistico di Lino Ramunno:il maestro pasticcere del lievito madre.

Lino il lievito madre e il panettone sono una sola persona. Entrambi si apprezzano e solo insieme si completano dando il meglio di loro nella passione nella pazienza e nell’amore che Lino ha verso le sue creazioni.

Attraverso la sua intervista abbiamo avuto modo di conoscere meglio Lino e il mondo del lievito madre, a molti di voi sconosciuto. Ma cosa ancor più deliziosa e golosa, abbiamo avuto modo di comprendere e apprezzare ancordi più il lavoro che vi è dietro il Panettone che proprio in questo mese si contende la tavola con il famigerato amico/ nemico Pandoro.

Buona lettura a voi tutti.

Lino Ramunno, il lievito madre e il panettone. Una storia lunga una vita, verrebbe da pensare. Mi sbaglio? Come nasce questo matrimonio gastronomico?

La Passione per il Lievito Madre nasce circa 30 anni fa , quando dopo aver finito l’avventura sulla Navi da Crociera della Princess Cruise (Love Boat) inizio a lavorare per un’azienda nel settore Alimentare dove Conosco il fu Maestro Milano Tomasso ( ex responsabile del lievito Madre della Perugina e Bauli) .Dove mi insegna la cura la passione ed i Segreti per tenere in vita un’ottimo Lievito Madre . E da quel momento non ci siamo piu’ separati.

Siamo a Dicembre e come ogni anno la faida tra Panettone e Pandoro è nuovamente presente. Allora mi chiedo e le chiedo: “Perché scegliere il Panettone al Pandoro”?

Conosco entrambe le tecniche per eseguire sia il Pandoro che il Panettone , la differenza sostanziale è nella ricetta e nel gusto , il Pandoro ha in ricetta molto più burro e non si presta a personalizzazioni particolari, mentre il Panettone può essere differenziato nei vari assortimenti, tipo ai Marron Glaces, al Pistacchio e Amarene, ai 3 Cioccolati(Fondente-Latte-Bianco) ,ai Frutti di Bosco ,al Passito e Rhum e ultimo ma non per ultimo il PanettoneTradizionale Classico (Uvetta Superiore e Canditi della Calabria e Sicilia Extra) la ricetta che mi ha permesso di vincere la Medaglia d’Oro al concorso sul Panettone della FIPGC nel 2020.

Ma soprattutto perché scegliere il Panettone di Lino Ramunno? 

Negli ultimi 30 anni nel settore dei Grandi Lievitati Panettoni e Colombe , mi sono confrontato con Grandi Campioni , analizzando e provando le varie tecniche , poi ho creato una ricetta a 3 Impasti che dà una maggiore morbidezza e gusto al prodotto( senza utilizzo di nessun Coadiuvante e consevante.)E’ una tecnica che prevede un passaggio in più rispetto ad altri tipi di Panettone , e si arriva a 56 ore di Lievitazione Totali , che gli conferisce un gusto unico.

MICHELE RENZULLO AUTHOR, sosteneva che: “Niente ci descrive meglio come i dolci che mangiamo.” Lino attraverso quali dolci o profumi o sapori potrebbe descriversi.?

Ho iniziato fin da piccolo a fare il Pasticcere nelle migliori Pasticcerie di Roma ,per poi avere mille Avventure in questo settore , sono appassionato della Pasticceria e oltre a farli li mangio , non ho dei dolci in particolare a cui sono affezionato a parte il Panettone che ha bisogno di una Cura e Attenzione Estrema.

Camino,cucina e biscotti. Tre parole che racchiudono in loro tanta memoria, rievocando se vogliamo ricordi d’ infanzia. Se si chiudono gli occhi è possibile sentirne anche il profumo. Se Lino potesse tornare indietro con la memoria che profumo avrebbe il suo Natale.?

I miei genitori di origine sono Puglieri e ricordo con Piacere dei dolci tipici regionali Buonissimi , le Scartatelle i Ravioli dolci ripiene con castagne e glassate con il Vino Cotto , e delle Marmellate di visciole Spettacolari con il 100% di frutta senza Zuccheri aggiunti.

Sito web: www.linoramunno.it

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *