Il Classico Abito si reinventa | By Valentino Odorico

Spesso sentiamo dire che non ci sono più gli uomini di una volta, quelli eleganti, di classe, che amavano indossare l’abito e la cravatta e non solo per lavoro; gli uomini che uscivano a cene vestiti alla perfezione, nella loro camicia stirata, nella giacca a righe e nella cravatta che raccontava stile e personalità.

Anche la moda sentiva la mancanza dell’uomo classico e, per questo inverno, la tendenza ritorna grande protagonista anche se, come è giusto che sia, tutto è rivisitato in chiave contemporanea.

Ecco le stampe che appaiono su abiti eleganti, tagli addolciti e smussati, soggetti che osano con colori che accendono il look.
Le spalle sono oversize, gli abiti sartoriali neri sono abbinati alle camicie bianche; uomini che indossano anche colori forti, sotto a parka anch’essi colorati.

Perfino lo streetwear e l’abbigliamento sportivo in generale si proietta verso un classicismo di fondo, dove il bisogno di una “pulizia dell’immagine” è un must irrinunciabile.

Dallo stile inglese a quello metropolitano, per l’uomo davvero ci sono molteplici proposte; mondi che si intersecano, comunicano, dove cadono barriere e l’attitudine diventa lo strumento più importante per creare il proprio stile. Una simbiosi tra la storia sartoriale italiana con uno stile informale contemporaneo, tra business time e leisure time; elementi iconici del classico accolgono le tendenze casual, soprattutto in termini di lavorazioni, materiali e fantasie. Pesi che si riducono, costruzioni che definiscono un feeling più disinvolto. Materiali lussuosi, preziosi, che urlando quel bisogno di qualità e sostanza nell’abbigliamento quotidiano.

Valentino Odorico

Consulente in comunicazione e fashion editor, scrive per numerose testate di moda a livello internazionale. E' docente universitario di semiotica della moda e giornalismo. In Svizzera collabora anche con la televisione e la radio, dove conduce programmi e ha varie rubriche.