STRESS: Istruzioni per l’uso | Dr. Andrea Di Ruvo

La vita di tutti i giorni, con i suoi ritmi frenetici, con le continue richieste di produttività, di efficienza, ci pone insituazioni spesso di disagio e di malessere. giornate trascorrono sotto pesanti ritmi di lavoro e di vita privata: corri da una parte, corri dall’altra. Il tempo per se stessi viene ritagliato tra tutti gli impegni e, a volte, non basta perricaricare le proprie batterie.

Possiamo definire tutto ciò come una vita stressante? Ma sappiamo bene cosa sia lo stress? 

Spesso, nella mia pratica clinica, sento dire dalle persone: “dottore mi sento stressato!”. Oppure: “dottore so vivendo una forte situazione di stress!”. E ancora: “che stress quella situazione!”.

La parola “stress” è diventata un vocabolo di uso comune, in qualche caso, di abbia di essa per indicare qualcosa che non rappresenta il suo reale significato. 

Scopi di questo articolo non è certamente quello di fornire una completa trattazione sul costrutto psicologico di stress e l’ampia trattazione che lo riguarda. La parola “stress” non è stata inventata dalla psicologia, ma dalla ingegneria e rappresenta la forza che si applica a un materiale peralterarne la forma. È, quindi, quella forza esterna che tenta di alterare un equilibrio che è insito a quel tipo di materiale stesso.

Da un punto di vista psicologico, allora, possiamo, in modo semplice, definire lo stress come “la manifestazione di unacondizione in cui una persona percepisce uno squilibrio tra le sollecitazioni ricevute e le risorse a disposizione.L’obiettivo principale di questa reazione del nostro corpo e della nostra mente è quello di ristabilire un nuovo equilibrio interno (omeostasi) in seguito a fattori di stress (stressors)”.

È come se fosse una reazione straordinaria di tutto il nostroessere nei confronti di un carico troppo elevato rispetto allapercezione delle proprie risorse.

A questo punto viene da chiedersi: “come posso uscire da questo disequilibrio? Come posso ripristinare la condizione interna di armonia?

È bene sottolineare che la nostra attenzione deveconcentrarsi solo su quei fattori che possono dipendere da: le situazioni estreme, i ritmi di lavoro, le reazioni delle altre persone, ecc…. Non dipendono da noi e non ha valore investire tempo ed energie in ciò. Le nostre reazioni, invece, le nostre idee, il nostro cammino di crescita personale sono fattori che dipendono da noi stessi e in cui possiamo investire serenamente energie e tempo proprio perché siamo noi stessi a modulari da metterli in campo quando ne abbiamo bisogno.

Restando sul campo della nostra interiorità e di ciò che può dipendere da noi possiamo aiutare diverse strategie per diminuire la pressione del stress sul nostro sistema mente-corpo. Una di queste strategie è presa in prestito dalla mindfulness, che è uno degli approcci terapeutici più studiato ed efficaci degli ultimi tempi. Questa tecnica prevede 3 step che ora vedremo insieme:

1. Accogli ed accetta la tua situazione di stress e di preoccupazione: tra le frasi errate e scarsamente efficaci che si possono dire a una persona sono stress vi è proprio “non preoccuparti!”. Non diamo ascolto a chi non sa accoglierci e comprendere a pieno la nostra situazione.

2. Canalizza la tua concentrazione sul momento: spesso quando siamo sotto stress pensiamo al passato, che non c’è più e si cui non possiamo più intervenire, o al futuro che ancora non possediamo. Poni la tua attenzione sul momento presente quando ti senti preoccupato!

3. Allontanati dai tuoi pensieri e osservarli dall’atto come se fossero dei trenini che hanno un inizio e una fine, con la locomotiva ei vagoni e transitano veloci nella tua mente. Allontanati da quella tentazione che abbiamo sovente di commentare i tuoi pensieri, semplicemente lasciali transitare. I tuoi pensieri sono solo parole nella tua mente e non dicono chi sei: lascia definitivamente l’abitudine di dire “sono in ansia”, ma inizia a dire “ho detto pensiero ansiosi”

Tutto ciò ti aiuterà a gestire lo stress che tutti viviamo nella nostra vita e a scegliere di essere sempre la persona che vuoi essere.

E se credi che il tuo livello di stress è davvero troppo elevato rivolgiti con fiducia a un professionista!

Dr. Andrea Di Ruvo

Psicologo, psicoterapeuta, ipnotista, formatore. Seguimi su instagram: @andrea_di_ruvo andrea.diruvo@accademiaformazionecrescita.it