LIBRIUNO SGUARDO SU...

“Le magnifiche” di Daniela Musini | RECENSIONE

Le donne sono adorabili o temibili, per i più. Non saranno mai le due cose insieme, perché spesso si sottovalutano. Nel giudizio si tende a usare una sola parola, perlopiù un aggettivo che le qualifichi. Se ne scartano altri, quasi a sminuirle. Renderle capaci di qualcosa di straordinario, al pari degli uomini, sarebbe come affiancarle ad essi. E questo non sta bene a chi pensa che siano differenti. Eppure, le donne sono anche magnifiche. Almeno, alcune di loro. Lo sono nella misura in cui mostrano una grande personalità. La bellezza conta poco, non è determinante, quando possiedono il fascino che le rende uniche per temperamento, audacia e intelligenza. Molte “magnifiche”, garanti del proprio successo, non hanno avuto vita facile. Spesso è il dolore a renderle coraggiose, temerarie. Quando cadi in basso, vivi ai margini, ti prende il fuoco del riscatto. Vuoi essere protagonista. Essere qualcuno, contare per uno o per tutti. Non bastare solo a te stessa. Alcune donne hanno rotto gli schemi, hanno spezzato un sistema che le voleva messe a tacere, in disparte. Invece, si sono conquistate la scena, la più importante, quella che ha segnato la Storia. Talune di queste donne hanno fatto scandalo, hanno dato in pasto alle malelingue più di un motivo per nominarle ed i nemici si sono fiondati come piranha, anche quando non c’era assolutamente nulla da bandire per atteggiamenti e per parole dette e sussurrate. Adorate, amate, screditate, le magnifiche, ognuna con la sua vita, si è resa artefice del suo destino e di quello di altri tracciando un passo fondamentale della loro epoca e di quelle a venire.

In Le magnifiche di Daniela Musini conosci trentatré donne che hanno lasciato un segno importante nella storia, nella cultura, nell’arte, nel costume. Da Cleopatra, ad Artemisia Gentileschi, a Chiara d’Assisi, a Maria Montessori, a Grazia Deledda, a Luisa Spagnoli, a Maria Callas, solo per citarne alcune, tutte hanno avuto un carisma sorprendente. La loro vita, come il loro destino, le ha rese forti ed artefici di ciò che sono riuscite a conquistare. Donne diverse, per carattere, ambizioni, ma tutte accomunate dalla grandezza del proprio operato.

Il libro è molto interessante. La scrittura è un dipinto. In ogni parola il lettore vede e si innamora de Le magnifiche. Irresistibili per fascino, mistero e personalità.  

Lucia Accoto

Lucia Accoto. Critico letterario per Mille e un libro Scrittori in Tv di e con Gigi Marzullo Rai Cultura. Giornalista, recensore professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *