“PRIMA DI OGNI COSA”esce Fedez, ma arrivano anche The Prodigy, Kygo e One Republic

Sfilo le cuffie, ripongo gli occhiali da vista nella custodia sul tavolo e prendo fiato. Dopo il self-marketing di Halloween fatto da ogni attività per fidelizzare il cliente, possiamo toglierci la maschera. Tornare nei nostri panni, quelli abituali. Ho visto tante inventive diverse, alcuni hanno preparato dolci terrificanti, altri hanno svolto le loro attività mascherati, diversi non hanno indossato proprio nulla, perchè di mostruoso avevano già la loro faccia. Al di là delle classiche feste a tema e della spola fatta dai ragazzini che di casa in casa con ricatti vanno elemosinando dolcetti e caramelle, canticchiando Dolcetto o scherzetto! Forse il giorno di Ognissanti dovrebbe sottolinearci che ricordare i morti ha un alto valore affettivo. Sopratutto considerando il fatto che dalla morte al momento non c’è cura. Nell’antica Roma avevamo i Lari, divinità protrettrici o meglio gli spiriti degli antenati che vegliavano sulla famiglia. Percui non ci serviva una moda Americana per ricordarci l’importanza delle nostre radici.

Ora il mio consiglio è questo, guardatevi un film di Dario Argento con I Goblin di sottofondo perchè si può solo cercare di vivere al meglio il nostro tempo e adesso appunto è periodo perfetto per gli Horror. Possibilmente evitando di essere delle brutte comparse di un film di George Romero. Ad essere dei morti viventi senza rendercene conto è un attimo…

Intanto speriamo che le uscite di questa settimana non siano terrificanti. Settimana scorsa avevo anticipato dell’uscita del singolo Mondiale di Emma Marrone, ma non vi ho parlato di Thom Yorke cantante dei Radiohead e beh l’ho fatto di proposito, perchè è sua la colonna sonora del remake di Suspiria film diretto da Luca Guadagnino.

Prima di ogni cosa sarebbe da dire del singolo di Fedez, il rapper milanese in questo brano parla dell’amore per suo figlio Leone. Mentre attendiamo il prossimo lavoro discografico sono state annunciate le date del tour a partire da marzo 2019

Venerdì 15 Marzo 2019  Firenze @ Nelson Mandela Forum
Sabato 16 Marzo 2019 Torino @ Pala Alpitour
Giovedì 21 Marzo 2019  Bologna @ Unipol Arena
Sabato 23 Marzo 2019 Montichiari (BS) @PalaGeorge
Giovedì 28 Marzo 2019  Ancona @ PalaRossini
Sabato 30 Marzo 2019 Eboli @ PalaSele
Martedì 2 Aprile 2019  Acireale @ Pal’Art Hotel
Venerdì 5 Aprile 2019  Roma @ PalaLottomatica
Lunedì 8 Aprile 2019 Milano @ Mediolanum Forum
Sabato 13 Aprile 2019  Padova @ Kioene Arena
Domenica 14 Aprile 2019 Conegliano @ Zoppas Arena

I 5 Seconds Of Summer arrivano in radio con Valentine è il singolo estratto dall’album “Youngblood”. I ragazzi australiani  hanno allargato i loro parametri musicali mantenendo suoni originali sopratutto dopo la decisione di trasferisi a Los Angeles per coltivare nuove influenze e collaborazioni. Si presentano difatti con un sound più vicino al pop americano rispetto al passato.

È in uscita oggi “No Tourists” l’ultimo disco dei divi britannici della musica elettronica/ techno hardcore The Prodigy . Avevano annunciato la novità lo scorso luglio dando un’idea del progetto con il singolo Need Some. L’album pare sia stato interamente composto, arrangiato e missato da Liam Howlett, anche se Maxim (Keith Palmer)Keef Flint sono stati coinvolti totalmente nel processo di registrazione.

Gli One Republic tornano con Connection ci avevano dato un assaggio già con il brano Start Again insieme a Vegas Jones che poi se pensiamo a Stop and Stare ci accorgiamo dell’evoluzione del loro sound. Di certo nulla rimane fermo. Sopratutto se consideriamo il successo di brani come Counting Stars e No Vacancy (feat. Tiziano Ferro) più volte colorati di platino.

Kygo  dopo il successo di Born To Be Yours feat. Imagine Dragons il produttore, dj e polistrumentisa novergese propone Happy Now il nuovo singolo in collaborazione con lo svedese (almeno all’anagrafe) Sandro Cavazza.

E anche se questo non è il diario di Bridget Jones, ora devo raccontarvi che sono in viaggio, scrivo gli ultimi pensieri tra un casello e l’altro. È un periodo stracolmo di canzoni, scritte, ascoltate, raccontate e sognate. Riflettevo sul fatto di come sia bello ritrovarsi, e non solo nelle parole dei brani che ci capita di sentire, è bello vivere sereni, senza panico, senza bisogno di un amore posticcio, senza più nulla da perdonarsi o da perdonare, è bello avere i sogni vividi, liberi di correre su campi sterminati di infinite possibilità dimenticandoci la fretta del tempo. L’unica cosa che attenderò con ansia sarà venerdì prossimo.

E voi?

Simone Pozzati

Scrittore e autore di canzoni. il suo primo libro "Labbra Blu" (Diamond Editrice 2015), è una raccolta di storie nere, di inusuale follia, che rievocano le dantesche e infernali cantiche. È stato il curatore editoriale del libro contro la violenza sulle donne "Era mio padre" - Claudia Saba (Diamond Editrice 2016). Il drago di Carta (Augh Edizioni 2017) è una favola per bambini volta a far riflettere sul valore dei sogni. Presto diventata spettacolo teatrale. Ha collaborato come autore all'ultimo disco dei Remida "In bianco e nero" (Radiocoop Edizioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *