Tony Hadely, “Torno con un nuovo album, ma mai più con gli Spandau Ballet”| L’album e il Tour

 

A tredici anni dalla pubblicazione del suo ultimo lavoro ‘Passing Strangers’ torna Tony Hadley, straordinaria (ex) voce degli Spandau Ballet, una delle band più influenti degli anni ’80 e della scena pop mondiale.

L’artista inglese ha pubblicato in questi giorni un nuovo cd di inediti, dal titolo ‘Talking to the moon’ (Moonstone Records/Self Distribuzione), che segna un nuovo capitolo della sua carriera.

«Ho lavorato a lungo su questo album» – racconta Tony Hadley- «ho avuto bisogno di un po’ di tempo, poiché ero tornato a cantare con gli Spandau, in occasione del tour. Terminati i concerti sono rientrato a casa, assolutamente determinato a finire il mio disco. Ho scritto le canzoni, registrato e mixato: la lavorazione è durata parecchio, è vero, ma sono soddisfatto del risultato e spero piaccia al pubblico».

Talking to the moon’, perché questo titolo?

«Capita a tutti prima o poi nella vita, di soffermarsi una notte a osservare il cielo, la luna e le stelle, chiedendoci cosa fosse tutta quella immensità! Ecco, è andata esattamente così …» .

Il disco contiene undici tracce inedite tra cui ‘How I Feel About You’ eTonight belong to us’, brano di matrice pop che rivela l’anima intatta dell’alfiere della corrente new romantic, anche se tra tutte probabilmente colpisce di più ‘What Am I’, una ballata struggente e personale dedicata proprio alla sua separazione degli Spandau Ballet, scritta a due mani con Mick Lister.

«Ci siamo lasciati molto male e questa volta davvero per sempre. Inutile raccontarvi i fatti, ma sono stato profondamente ferito e non intendo tornare sui miei passi. Non credo nei rimpianti, tutti noi nella vita facciamo errori, nella carriera, nelle relazioni, nel lavoro e spesso ci fidiamo di persone che non sono corrette come immaginiamo, ma l’importante è conservare sempre la propria dignità’».

Visto che parli degli Spandau Ballet, ricordi in due parole al pubblico più giovane, di quella rivalità tra voi e i Duran Duran?

«Ma quale rivalità (ride; ndr)? Ci divertivamo un sacco con questa storia e negli anni siamo diventati compagni di bevute! Ho sempre amato la musica dei Duran, la nostra rivalità era ovviamente molto più gossip, che reale. Pensa che ho addirittura reinciso una mia versione della loro Save a prayer! ».

Tony Hadley tornerà in Italia tra poche settiomane, in occasione di un tour molto importante intitolato ‘Tonight Belongs To Us’, con il quale toccherà diverse piazze italiane, per poi proseguire in autunno, nei teatri italiani.

Sarà un meraviglioso viaggio nel tempo, durante il quale l’artista interpreterà le grandi hit che lo hanno portato al successo, in quanto sottolinea fiero «fanno parte della mia vita, della mia carriera e delle vite di tutto il pubblico», fino ad arrivare alle canzoni del nuovo album, e alle re-interpretazioni di hit dei suoi artisti preferiti, tra cui Queen e The Killers.

Queste le prime date italiane confermate:

22 giugno 2019 – SOGLIANO AL RUBICONE (FC)   Piazza Matteotti ore 21.15

23 giugno 2019 – GRUGLIASCO (TO)   GruVillage ore 22.00

24 giugno 2019 – PADOVA (PD) Cittadella 

25 giugno 2019 – GRADO (GO) Diga Nazario Sauro ore 21.30

31 luglio 2019 – ROMA  (RM) CAVEA del Parco della Musica ore 21.30 Billing: Tony Hadley & Gerardo Di Lella Pop O’rchestra

prevendite: www.ticketone.it

BOX: Tony Hadley, nato e cresciuto a Londra, oggi ha 59 anni e 5 figli. A febbraio 2019, nel corso della 69esima edizione del Festival di Sanremo, l’artista è stato ospite di Arisa. esibendosi in un duetto del brano in gara ‘Mi Sento Bene’, coreografato dai Kataklò.

Per Informazioni:

www.tonyhadley.com

www.twitter.com/thetonyhadley

www.instagram.com/thetonyhadley

www.facebook.com/officialtonyhadley

Sonja Annibaldi

Sonja Annibaldi - Giornalista e speaker dal 1993, si occupa da sempre di musica e spettacolo e collabora con importanti testate nazionali. Ama il rock, il sushi, la storia dell’arte e i cani. Vive con Blanco, il suo inseparabile Cavalier King.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *