Animali è il singolo d’esordio di Mille | INTERVISTA

Oggi abbiamo intervistato Mille, all’anagrafe Elisa Pucci. Ci ha raccontato del suo singolo d’esordio Animali. Elisa alcuni la ricordano perchè ha partecipato all’edizione numero 9 di X Factor conquistando l’attenzione di Skin insieme alla sua band Moseek. Ora prova a muovere i primi passi da sola. Le ho chiesto come si trova in questa nuova dimensione. Ma ora lasciamo che sia lei stessi a raccontarsi

Domanda marzulliana chi è Mille?

La somma di numerose catastrofi e rocambolesche riprese,che hanno la faccia di una bambina rivoluzionaria, cresciuta con tante domande dentro, oggi più riflessiva e senza risposte.

Ci parli del tuo brano Animali?

E’ una fotografia di una me auto-quarantenata, alle prese con la verità e con la possibilità di scegliere se essere felice o meno. Una delle prime canzoni che ho scritto in italiano, per questo motivo, tra tutte, l’ho scelta come singolo d’esordio.

Il brano farà parte di un disco in uscita?

La macchina è partita adesso, dall’8 maggio ha iniziato a prendere velocità perché uscita in radio. Canzone dopo canzone il viaggio è lungo.

Come nascono le tue canzoni?

E’ colpa degli occhi pronti a diventare lucidi facilmente, di quello che mi fa piangere, delle parolacce che dico (solo in casa) e della necessità di mettere nero su bianco tutto, dalla lista della spesa, all’elenco delle cose che accadono nella mia vita.

Quali sono le differenze tra fare musica con una band e muovere dei passi da sola?

Anche in un progetto solista, la condivisione è indispensabile, il concetto di squadra per me è sacro, ogni tassello è fondamentale. Ho sempre scritto in solitudine le canzoni dei Moseek, era il vestito sonoro che sceglievamo insieme. Oggi mi confronto per quel che riguarda il suono con il mio produttore Alessandro Di Sciullo.

Animali racchiude in sè il concetto di tornare alla nostra natura essenziale. Tu che animale saresti e perchè?

Non ho dubbi, sono un gatto, ma non uno qualunque, bensì il mio, Tonino. La sua routine è necessaria, coincide con la mia, allo stesso tempo il suo istinto fa capire agli altri l’opinione che ha di loro, accogliente se simpatizza, indifferente se non gradisce.

Simone Pozzati

Scrittore e autore di canzoni. il suo primo libro "Labbra Blu" (Diamond Editrice 2015), è una raccolta di storie nere, di inusuale follia, che rievocano le dantesche e infernali cantiche. È stato il curatore editoriale del libro contro la violenza sulle donne "Era mio padre" - Claudia Saba (Diamond Editrice 2016). Il drago di Carta (Augh Edizioni 2017) è una favola per bambini volta a far riflettere sul valore dei sogni. Presto diventata spettacolo teatrale. Ha collaborato come autore all'ultimo disco dei Remida "In bianco e nero" (Radiocoop Edizioni). Il suo ultimo libro è "Il testo e la figura del paroliere"(Arcana)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *