Torta di rose | Vegan | Filippo Prime

Originaria della cucina bresciana e mantovana la torta di rose è un dolce a base di pasta lievitata la cui forma ricorda un bouquet di rose. Ideale, quindi, per addolcire una romantica ricorrenza con la propria dolce metà. Voi per chi la preparereste?

INGREDIENTI

  • 270gr farina 00
  • 200gr farina manitoba
  • 50gr fecola di patate
  • 230gr latte di soia
  • 150gr zucchero
  • 150gr zucchero a velo
  • 180gr margarina
  • 15gr lievito di birra secco
  • 10 boccioli di rosa essiccati

PROCEDIMENTO

Versate il latte in un pentolino e portate ad ebollizione. Spegnete il fuoco e aggiungete i boccioli. Lasciate in infusione fino a quando il latte si sarà intiepidito. A parte fate sciogliere 80gr di margarina.

In una terrina capiente amalgamate con cura le due farine, la fecola, il lievito e lo zucchero. Incorporate quindi la margarina sciolta e il latte tiepido dopo aver rimosso i boccioli.

Impastate fino ad ottenere un panetto elastico. Riponete nuovamente l’impasto nella terrina e lasciatelo riposare, coperto con un canovaccio umido, per 4 ore.

Terminato il tempo della lievitazione fate sciogliere, in una casseruola, il resto della margarina. Unite lo zucchero a velo un po’ alla volta e mescolate con una frusta fino ad ottenere una crema.

Trasferite il panetto su un piano di lavoro leggermente infarinato e stendetelo, aiutandovi con un matterello, formando un rettangolo di 30 per 40 centimetri su cui spalmerete tutta la crema.

Arrotolate l’impasto su se stesso, partendo dal lato più lungo, fino ad ottenere un rotolo che taglierete in 15 parti. Rivestite con carta forno uno stampo a cerniera da 26 cm di diametro.

Adagiate sul fondo della tortiera tutte le rotelle sistemandole vicine. Iniziate disponendo le più grandi sul perimetro e le più piccole al centro. Infornate a 170°C per 40 minuti. Lasciate raffreddare e servite al naturale o con una spolverata di zucchero a velo.

Filippo Prime - VeganQuantoBasta

Chef Vegano per passione e per lavoro. Propongo ricette che hanno come filo conduttore il gusto, la tradizione e la semplicità. Seguitemi su Instagram @vegan.qb e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *