DALLA, in uscita venerdì 13 una versione rimasterizzata | “Lucio Dalla era un grande stimolatore d’emozioni”

Lucio era un grande stimolatore d’emozioni”

Sì apre così la Conferenza Stampa “DALLA – 40THANNIVERSARY” Legacy edition.

Conferenza nata dalla volontà di Sony Music (Legacy Recordings) che  celebra il grande LUCIO DALLA ripubblicando l’album “DALLA”, in un’edizione limitata rimasterizzata che uscirà venerdì 13 novembre.

“Mentre ascolto Dalla, mi sento sospesa in un limbo temporale in cui tutto e niente accadono simultaneamente” – racconta Camilla Ferrari.

Il disco è stato rimasterizzato negli Studi Fonoprint di Bologna da Maurizio Biancani. Il campionamento digitale del master tape originale fatto a 192khz e 24 bit, ha permesso di recuperare appieno le sonorità originali, non falsate da precedenti interventi.
A tal proposito Biancani spiega: “È un album con un suono all’avanguardia. Và rivisitato e ascoltato così senza stravolgimenti. Un’ album dell’amore, che non ha collocazioni storiche e quindi un disco magico.”

Il progetto è accompagnato anche dall’uscita di un video inedito, quello del brano “Futura”, diretto da Giacomo Triglia che spiega: “Lucio Dalla in un’intervista dichiarò che Futura nacque come una sceneggiatura, poi divenuta canzone, la storia di due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest, divisi dal muro, che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura. La mia intenzione iniziale – spiega Giacomo Triglia: “era appunto raccontare questa storia, girando a Berlino, poi purtroppo sappiamo tutti come è andata per via del Covid.”
Così durante il lockdown Triglia trasforma i suoi personaggi trasportandoli nel futuro:
durante il lockdown, ho immaginato una Futura già grande trasferitasi in Italia in un piccolo paesino di provincia, dove conosce un ragazzo e fanno a loro volta una figlia. La mia storia è narrata dal punto di vista del marito di Futura, ormai vecchio, che decide di tornare nel piccolo paesino dove loro hanno vissuto per rivivere i momenti passati insieme alla moglie ormai scomparsa da tempo”

Un’ omaggio ad un grande uomo e un grande artista, un pensiero comune che durante la conferenza stampa ha accompagnato tutti i partecipanti come Ricky Porterà che spiega: “Io non lo vedo come il disco dell”amore, ma come il disco della solitudine e dell’intimo di Lucio. In quello che lui scriveva c’era sempre una visione da regista e questo album lo è. Musicale ma anche fotografico.”

Marino Bartoletti conclude: “Se n’è andato da creatura pensando ancora al futuro.”

Era il 1971 quando Lucio Dalla inizia la sua inarrestabile ascesa presentando al Festival di Sanremo il brano “4/3/1943”, ribattezzato da tutto il pubblico “Gesù Bambino”. Tutti brani destinati ad entrare nel suo immenso repertorio.

Infine ricordiamo che “DALLA – 40th anniversary” è accompagnato da un ricco libretto con interviste redatto da John Vignola e con le fotografie esclusive della fotografa Camilla Ferrari, scattate nella città di Bologna e ispirate al disco.

“Ed è proprio dalla notte, dal quotidiano e dalla vita personale di Lucio che è partita la mia esplorazione di Bologna e dei suoi luoghi.” (Camilla Ferrari)

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *