Dall’1 aprile torna il Commissario Montalbano con dieci repliche | In produzione i nuovi episodi

La Rai ha deciso di mandare in replica da stasera 1 aprile 2019, in prima serata 10 vecchi episodi del Commissario Montalbano e di mettere in produzione tre nuovi episodi che verranno girati tra maggio e giugno 2019 tra Modica, Ragusa e Scicli, set ormai cult dell’ambientazione romanzesca del siciliano Andrea Camilleri.

La grossa novità di quest’anno sarà la possibilità, per appassionati o curiosi, di assistere alle riprese pagando un biglietto, il cui ricavato verrà poi donato all’associazione “Never give up”, che si occupa di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione.

I dettagli su come comprare i biglietti e sulle location, verranno comunicati più avanti dalla produzione.

I nuovi episodi a febbraio 2020

Il primo dal titolo “Rete di protezione” metterà il commissario a contatto con una realtà nuova, quella dei social network.

La seconda puntata, intitolata “Il metodo Cataliotti” vedrà protagonista lo storico vice Mimì Augello, che scappando dall’ennesima amante, s’imbatte nel cadavere della vicina di casa e di Carmelo Cataliotti, responsabile di una compagnia teatrale e noto strozzino.

Il terzo episodio, dal titolo “Salvo amato Livia mia”, sarà un collage di racconti sul commissario Montalbano e la storica fidanzata Livia.

La novità di questa edizione è rappresentata dal fatto che Salvo Montalbano non si limita soltanto alla serata lunedì, ma torna 48 ore dopo anche nel prime time del mercoledì.

I tre nuovi episodi vedranno sempre l’area iblea come sfondo per le nuove inchieste del commissario e della sua squadra.

Le riprese inizieranno a maggio quando la produzione si trasferirà almeno per un mese tra Ragusa, Modica e Scicli e le campagne del ragusano.

Le repliche a partire da stasera 1 aprile

Il primo episodio della serata è “La giostra degli scambi”.
Un negozio di elettronica è stato bruciato, un incendio chiaramente doloso.
Ma non si tratta solo di questo: Marcello Di Carlo, il proprietario del negozio, è scomparso, di lui non c’è più alcuna traccia. È un bell’uomo Di Carlo, e anche un playboy di un certo successo, ma ha il vizio di spendere molto più di quanto riesca a guadagnare.

Montalbano comincia a indagare, ma il mistero di questa scomparsa pare farsi sempre più sfuggente. E poi in quei giorni sta accadendo anche qualcos’altro, qualcosa di molto strano e inquietante: un bizzarro rapitore ferma con l’inganno alcune ragazze, le cloroformizza, le sequestra per alcune ore e poi le lascia libere fuori Vigàta: non le tocca, non fa violenza su di loro, neppure le deruba… le ragioni di questi rapimenti-lampo sembrano davvero incomprensibili.
E non dovrà solo scoprire la sua identità, ma anche dove si trovi adesso, perché non si sia presentata finora alla polizia, o se invece… non le sia successo qualcosa.

In questa storia in cui le apparenze sono quanto mai ingannevoli, Montalbano, benché il baluginare delle parvenze rischi più volte di condurlo in errore, come di consueto non mancherà alla sua missione.

Non ci resta che rivedere da stasera 1 aprile le repliche dell’investigatore più amato d’Italia, con trepidazione e curiosità come se fossero puntate inedite… ma già viste.

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...