Nicola Vivarelli a Uomini e Donne per Gemma Galgani: quando di certe scelte possiamo apprezzare giusto il coraggio!

Da Instagram a Twitter, passando per Facebook e Tik Tok, quanti ancora dovranno improvvisarsi riscoprendosi poi epidemiologi, dottori in legge, esperti economisti e improbabili “commentatori-social”, il più delle volte di dubbio spessore e discutibile valore, a causa del Coronavirus? Dopotutto non c’è da sorprendersi, Anna Maria Barbera, in tempi non sospetti, lo aveva predetto, e prima che questa pandemia potesse essere immaginata: “se non sei in rete, non esisti, per questo, pur di essere qualcuno, la gente è disposta ad essere chiunque”! E così, con l’arrivo della “Fase 2”, mentre l’Italia si affretta e appresta a ripartire (speriamo di non ritrovarci di nuovo al punto di partenza), finalmente la televisione si accinge a riaprire le porte di alcune trasmissioni che erano state sospese per via della “Fase 1” di quest’emergenza.

Uomini e Donne per esempio, il frizzante e variopinto dating show pomeridiano di Maria De Filippi, in seguito ad una breve parentesi “in versione on line” che sdoganava il tabù del corteggiamento nel nuovo millennio, nel tentativo di voler omaggiare, forse, l’ex-corteggiatrice Eliana Michelazzo che di virtualità sembra intendersene parecchio, è tornato in onda nella sua tradizionale formula. Tralasciando l’irritante Armando Incarnato, colui che tutto sa e niente conosce, il cui abbigliamento e acconciatura farebbero invidia persino a Fantaghirò, la bionda opinionista Tina Cipollari, grazie ai suoi inimitabili tanto quanto giusti improperi contro Gemma Galgani e il suo bagaglio di inevitabili e inopportuni colpi di fulmine, si è resa un’altra volta protagonista indiscussa dell’intero programma.  Ma è mai possibile, ce lo domandiamo tutti, che ad una donna di 71 anni suonati bastino qualche messaggino sdolcinato buttato qua e là, magari scopiazzato da chissà dove, e un giovane 26enne per far riemergere in lei la sempreverde teenager alle prese con un’imbarazzante cotta adolescenziale?! Dal canto suo Nicola Vivarelli, brand promoter e terzo ufficiale sulla Carnival Cruise, incurante delle polemiche sollevate dagli ospiti presenti e degli attacchi di Barbara De Santi in collegamento, ha ribadito la sincerità delle sue intenzioni nel voler conoscere realmente la dama torinese, e perché no, qualora dovesse accadere, nell’avviare una frequentazione più approfondita al di fuori del programma. Una storia, però, che puzza di marcio e alla quale sembra credere ciecamente, e inevitabilmente aggiungerei, soltanto la Galgani, viste anche le voci provenienti dall’esterno sempre più insistenti che vedrebbero l’aitante marinaio come un cercatore di visibilità e per giunta non certo avvezzo al genere femminile in fatto di gusti. Insomma, ci troviamo di fronte ad un ennesimo probabile naufragio, e se c’è una cosa che alla “coppietta felice” va senza ombra di dubbio riconosciuta, questa è giusto il coraggio! Per carità, non c’è nulla di male nel voler fare la corte ad una signora più matura, ma da qui a farsela con una che potrebbe essere sua nonna, ce ne passa di acqua sotto i ponti, e forse mi sbaglierò, però, secondo la mia non modesta opinione, l’esibizionismo è inversamente proporzionale alla credibilità: chi più mostra, meno ha!!!

Simone Di Matteo

Simone Di Matteo, curatore della DiamonD EditricE, autore, scrittore e illustratore grafico è tra i più giovani editori italiani. I suoi racconti sono presenti in diverse antologie.Nel 2016 partecipa con Tina Cipollari alla V edizione del reality show Pechino Express in onda su Rai2 formando la coppia degli Spostati. Dopo Furore (tornato in onda in prima serata su RAI2 nel marzo 2017) 
è tra gli ospiti del nuovo esperimento sociale in onda su Rai4 Social House. Attualmente è impegnato in una missione segretissima a favore della pace nel mondo. Web: www.simonedimatteo.com