L’originale maglione natalizio americano


All’inizio i classici maglioni di Natale americani erano solo raffigurati con delle renne o con la testa di Babbo Natale. 

Oggi invece visto la popolarità raggiunta da questo capo di abbigliamento in tutto il mondo, tra i brutti maglioni natalizi Made in USA ce ne sono tantissimi altri e alcuni contengono persino panini al pollo della catena Popeyes, biscotti e aragoste di Red Lobster, e che stanno diventando davvero virali. 

In pochi anni, il fenomeno dei maglioni natalizi si è evoluto dall’essere un sottoprodotto della cultura hipster a una tradizione annuale abbracciata da intere famiglie di tutto il mondo. 

Come nasce il maglione di Natale americano?

Le storie in merito ai  maglioni di Natale americani sono migliaia, le generazioni che ora sfoggiano i loro pezzi personalizzati sono inoltre  sempre di più e la popolarità di questa tradizione continua ad aumentare. 

Per fare degli esempi in merito basta guardare film o talk show televisivi per vedere rispettivamente come celebrità o presentatori e pubblico rappresentano questa tendenza. 

Dall’inconfondibile Bridget Jones che indossa il suo maglione di Natale per una festa di Capodanno a casa dei suoi genitori, alle fotografie di famiglia che a un certo punto diventano un’immagine virale, la storia dietro questo capo non è così vecchia o scioccante come si potrebbe immaginare. 

In America infatti, le catene di negozi di qualità offrono anche questi raccapriccianti design natalizi in quantità industriali. L’icona dell’orribile maglione natalizio è tuttavia per antonomasia l’attore americano Bill Cosby, il cui alter ego nella serie degli anni ’80 “The Cosby Show” ne indossava ogni giorno uno diverso e sempre di gusto discutibile. 

Detto ciò, va altresì aggiunto che la tradizione è iniziata alla fine del XIX secolo, ma è stato un paio di decenni fa che il boom del ” brutto maglione natalizio ” è diventato una tendenza e quindi di grande popolarità. 

La sua occasione migliore è stata tuttavia nell’anno2001, quando le feste di lavoro e le riunioni di famiglia “richiedevano” che gli ospiti portassero un maglione diverso, con alberi di Natale deformati o ricamati in rilievo per celebrare le festività natalizie. 

Dopo che tutti erano venuti alla celebrazione, la persona con il maglione più originale e accattivante avrebbe vinto un premio per averlo indossato quel giorno. 

Da dove viene la tradizione del maglione natalizio?

Il 21 dicembre è la Giornata Internazionale del Maglione di Natale, una tradizione che è stata dirottata e trasposta nel mondo aziendale, ma che non è sempre stata sarcastica. 

Il “brutto maglione di Natale” è una tradizione che si assesta lentamente in tutti i paesi europei e non solo in quelli di stampo anglosassone, infatti, anche in paesi latini come Francia, Spagna e Italia si organizzano feste natalizie all’insegna del suddetto maglione americano. 

A questo punto è importante sottolineare che il maglione in questione non è sempre seguito dall’aggettivo “brutto”. 

Prima di qualificarsi in questo modo, che serve soltanto  per far capire a tutti il ​​sarcasmo, il maglione natalizio è e resta  una tradizione di famiglia di primissimo livello specie in America, pertanto  a Natale modelli  lavorati a maglia,  a mano, con renne, fiocchi e pupazzi di neve, alberi e tanto altro la fanno da padrone sia nei negozi terresti che sugli store online compreso quello denominano maglioninatalizi.it che opera sul mercato italiano.

Il maglione natalizio nel Nord America  

Negli anni ’80, il maglione natalizio iniziò ad essere prodotto in serie, imitando volutamente i modelli fatti a mano e che in modo univoco presentavano grandi motivi, colori sgargianti e lana molto spessa. 

Un premio assegnato al termine della serata fu istituito nell’anno 2002 da due studenti di Vancouver (Canada) dopo che avevano organizzato un party con a tema proprio il “brutto maglione natalizio” dando vita ad una tradizione che ancora oggi va avanti in questo paese del Nord America. 

In occasione del suddetto evento annuale canadese, tutti devono inventare e indossare un maglione natalizio al fine di ricevere il premio del “maglione più brutto” alla fine della serata. 

A margine si evince che qualunque sia la vera origine, ora c’è un International Christmas Sweater Day, il 21 dicembre dove i brutti maglioni americani (anche quelli con la mascotte delle squadre di football americano) la fanno da padrone e tutti capiscono questa ironia che li contraddistingue e che è stata la chiave di volta della loro popolarità nel mondo. 

Redazione

Redazione editoriale "M Social Magazine" - www.emmepress.com