Vladimir Luxuria: “Sbagliato è chi ti vuole discriminare , accherchiare e distruggere…”, “Ho vissuto sulla mia pelle la sofferenza del bullismo” | INTERVISTA

Ho vissuto sulla mia pelle la sofferenza del bullismo, cattiveria altrui e l’indifferenza degli altri”.

Questo il racconto di Vladimir Luxuria nel raccontarsi a noi di M Social Magazine. Un racconto che arriva da un featuring con la cantautrice “La Luna“.

Un progetto il loro nato dall”esigenza della cantautrice di parlare di tematiche importanti come il bullismo e la transessualità.

Il bullismo (piaga della nostra società) raggruppa più generi e con il singolo “Tuo Amante”, entrambe lanciano un mesaggio davvero importante: “Sono sopravvissuta  alla violenza, all’accerchiamento  e vorrei che nessun adolescente debba più passare tra le forche caudine del bullismo”; racconta Vladimir.


Cosi unite in un unico pensiero Vladimir e La Luna si sono unite certe che anche una canzone possa contribuire a sensibilizzare la società ad  essere ancora più attenti a questi temi.
“Tuo Amante” è un progetto nato per giarare tra le scuole e sensibilizzare i giovani su un tema importante per tutti; però a causa delle nuove restrizioni ministeriali il progetto non può essere rispettato. Non appena tutto tornerà alla normalità Vladimir e La Luna torneranno nelle scuole”

Vladimir e il canto non è la prima volta che si incontrano…dico bene?
Non mi definisco una cantante, però ho avuto delle esperienze di canto in precedenza. Quella più complicata è stata con Tale e Quale Show, perché li non dovevi solo cantare ed essere intonata, ma dovevi anche essere la voce  più possibile del cantante che andavi ad interpretare.

Questa volta però è diverso. Un progetto con un messaggio imposrtante.
Si questa volta è diverso, un progetto più impegnativo perché c’è un bellissimo messaggio contro il bullismo, messaggio che si vede sia nel video girato con luna che nel testo della canzone. Questa volta non mi è bastato solo l’aspetto sociale della canzone, a me interessava anche il testo e quando ho sentito il pezzo mi e’ subito piaciuto perché non era per niente banale.

In questi giorni è stata approvata alla Camera la legge contro l’omofobia. A chi sostiene che sopratutto in questo periodo ci siano cose ben più importanti di questa legge cosa risponde?

È solo una scusa e un pretesto per chi in realtà questa legge non la vuole. Se non ci fosse stato il Covid, avrebbero detto che c’erano altre cose di cui occuparsi, perché in realtà non vogliono dire che sono contrari a questa legge e che non la vogliono. Uno Stato serio si deve occupare di tutto. Non c’è solo il Covid anzi ci sono tante altre malattie di cui occuparsi e ci sono comunque anche altre cose che nel nostro paese devono andare avanti, tra cui questa legge che aspettiamo da 30 anni.

Cito testualmente: “Sono sopravvissuta alla violenza, al dileggio, all’accerchiamento e vorrei che nessun adolescente debba più passare tra le forche caudine del bullismo.” A chi come lei ha subito o subisce atti di bullismo cosa consiglia per andare avanti e non abbattersi.

Di non tenersi tutto dentro. Non viversi le offese senza confidarsi con nessuno. Penso che bisogna sfogarsi, parlarne e bisogna trovarsi alleati nella famiglia e nella scuola e sopratutto negli amici, quelli veri quelli che ti difendono e non ti offendono. È un po’ come quando si dice che chi tace acconsente. La vittima rende impunito il proprio aguzzino, quindi consiglierei di resistere e di parlarne combattere e di reagire. Far capire che lo sbagliato non sei tu. Sbagliato è chi ti vuole discriminare , accherchiare e distruggere.

Tra i libri che lei ha scritto, mi ha colpita una frase letta ne:  “Il coraggio di essere una farfalla”, che riporto qui fedelmente: “Quella cosa che chiamiamo vita, non è altro che un transito nell’esistenza”.


Tutto ciò che è statico ed è stantio alla fine diventa maleodorante secondo me. Nella vita tutto è dinamico, dobbiamo avere il coraggio di metterci in discussione, dobbiamo avere la forza di cambiare in meglio. La società è dinamica, siamo di passaggio su questa terra e cerchiamo di vivere ogni trasformazione come se dovessero essere delle primavere continuative della nostra vita.

Durante un intervista ha dichiarato: “Adeguo la mia esteriorità alla mia interiorità.”
L’anima è la parte più importante del corpo. Se bisogna cambiare qualcosa meglio cambiare o adeguare il corpo all’anima e non viceversa.

A proposito di anima. Sbirciando nella sua biografia ho scoperto che si è laureata con una tesi dedicata allo scrittore Joseph Conrad , il quale riuscì a far riflettere sui dubbi dell’animo umano, attraverso il suo linguaggio ben fornito. Non crede che questo aspetto vi accomuni?
Quello che forse mi accomuna a lui è l’idea che non bisogna mai arrendersi. La tesi riguardava un  racconto di Joseph che raccontava di una persona un po’anziana il quale possedeva una barca malconcia e tutti gli sconsigliavano di rimettersi in mare e invece lui continuava a sfidarlo. Entrambi abbiamo in comune che abbiamo sfidato le tempeste ma per fortuna siamo sopravvissuti.

La vorrei saluatare e ringraziare con una frase della canzone Claudio Baglioni: “e una canzone neanche questa potrà mai cambiar la vita. Ma che cos’è che ci fa andare avanti e dire che non e’ finita”?

La musica. Devo dirti la verità certe canzoni possono essere anche confortanti quando uno sta male. Mi ricordo che quando mi sentivo giù per le mie angherie subite, ascoltavo Renato Zero e David Bowie, e la musica mi confortava…un grande balsamo per l’anima

Rosa Spampanato

Rosa Spampanato anni 37. Amante della scrittura. Articolista per M Social Magazine Articolista per il Quotidiano LaSicila Collaboratrice per il Magazine Cherrypress e per la testata locale Rivista Zoom Sezioni di Riferimento Cinema TV Musica