Venezia 75′ Ancora stile e glamour: Natalie Portman, incanta la mostra con il Biopic Vox Lux

Alla 75′ Mostra d’arte Cinematografica di Venezia non possono mancare lo stile, il glamour in altre parole l’alta moda.

Ieri a sfilare sul sul red carpet è stata la volta di Natalie Portman, con un sontuoso vestito griffato Gucci ha rubato la scena alle altre giovanissime interpreti dello stesso film vale a dire Raffey Cassidy, Stacy Martin. Ma è la Portman la protagonista del film del regista Brady Corbet; “Vox Lux”.

Il film segue l’ascesa di questa donna di nome Celeste dalle ceneri di un’immensa tragedia nazionale a superstar pop. Il film abbraccia un arco di tempo di diciotto anni, dal 1999 al 2017, delineando alcuni importanti momenti culturali attraverso lo sguardo della protagonista. Un melodramma storico ambientato in America, che narra eventi cruciali e modelli culturali che ad oggi hanno plasmato la prima parte del XXI secolo, visti attraverso gli occhi della protagonista, una popstar; Celeste (Natalie Portman).

Nella sezione autonoma della settimana internazionale organizzata e gestita dal sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici, tra i film in concorso alle giornate degli aurori c’è anche il film di Valerio Mieli “Ricordi?”presentato nella giornata di ieri, il quale ha ricevuto ottimi giudizi dai critici dopo la sua visione. Cucito addosso agli occhi grandi e al talento cristallino di Luca Marinelli;
Ricordi? è un film pieno di dubbi, che sono gli stessi maturati nella percezione della nostra vita. Insieme e divisi, felici, infelici, innamorati tra loro, innamorati di altri, in un unico flusso di emozioni e colori. Nel corso del film lui scopre che è possibile un amore che duri, lei impara invece la nostalgia. Ma anche i loro ricordi cambiano col tempo: sbiadiscono, o invece si saturano di gioia, in un presente che scivola via per farsi subito memoria.

Domani sarà la volta della retrospettiva dedicata al Leone d’oro alla carriera di questa edizione; il maestro David Coronenmberg, una Masterclass dedicata alla sua cinematografia, in particolare il rregista dell’indimenticato film: “La Mosca” (1986) pellicola di fantascienza che riscosse un vasto successo alla sua uscita. Ma Cronemberg si soffermerà su una sua Opera filmica che non ebbe tanta fortuna, “M.Butterfly” del 1993 al quale è legato per ragioni personali come lui stesso ha affermato durante la conferenza stampa.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...