A Venezia 75′ innovazione e tradizione a confronto: Il Leone D’oro, lo vince Cuaròn con “Roma”

Il leone D’oro della 75′ Mostra Internazionale d’arte Cinematografica è andato al regista messicano Alfonso Cuaròn per il suo film Roma.

Come da tradizione a Venezia non mancano le polemiche sul vincitore del premio più importante della mostra di Venezia. Tuttavia le polemiche e i contraddittori fanno parlare tanto, non tanto sull’Opera filmica in sè quanto sul fatto che “Roma” è stato distribuito sulla piattaforma Netflix e non per la grande sala cinematografica.

A scatenare la rivolta, gli autori e gli esercenti in un comunicato stampa, Anac (Associazione Nazionale Autori Cinematografici), la Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e l’Acec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema) ritengono infatti “iniquo che il marchio della Biennale sia veicolo di marketing della piattaforma Netflix che con risorse ingenti sta mettendo in difficoltà il sistema delle sale cinematografiche italiane ed europee”. Inoltre, sottolineano anche che il Leone d’Oro “dovrebbe essere alla portata di tutti e non dei soli abbonati alla piattaforma”.

Sul tema è intervenuto anche il direttore della Mostra del Cinema di Venezia, Alberto Barbera, che sul finire a della cerimonia di premiazione ha detto: “Bisogna guardare avanti”. Siamo in un periodo di transizione c’è chi sostiene ad esempio negli Stati Uniti che presto Netflix potrebbe avere anche un circuito di sale. Non so se sia vero ma è un fatto che  “Bisogna prendere atto – ha proseguito Barbera – delle nuove realtà come Netflix, Amazon e altri operatori analoghi che verranno”.

Fatto sta che all’unanimità La Giuria di Venezia 75, presieduta da Guillermo del Toro e composta da Sylvia ChangTrine DyrholmNicole GarciaPaolo GenoveseMalgorzata SzumowskaTaika WaititiChristoph WaltzNaomi Watts, hanno decretato “Roma”,va detto per diritto di cronaca, che il titolo  non centra nulla con Fellini e con la capitale d’Italia, ma è il quartiere di Città del Messico dove è cresciuto il regista Alfonso Cuaròn. Possiamo anche dirlo il più bel film in gara un riconoscimento meritato che ha messo tutti d’accordo a parte gli esercenti per i motivi sopra descritti. Bello e meritato i migliori hanno vinto, come era successo l’anno scorso con “La forma dell’acqua” di Guillermo Del Toro, tornato quest’anno come presidente della giuria, ha scelto film che non disprezzano il pubblico: lo seducono, lo intrattengono, lo coccolano, lo divertono, ripagano del biglietto o dell’abbonamento a Netflix che dir si voglia. Tra gli altri film premiati, ricordiamo oltre al Leone D’oro per il miglior film “Roma” di Cuaròn ci sono stati anche:

LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:
THE FAVOURITE
di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:
Jacques Audiard
per il film THE SISTERS BROTHERS (Francia, Belgio, Romania e Spagna)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione femminile a:
Olivia Colman
nel film THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione maschile a:
Willem Dafoe
nel film AT ETERNITY’S GATE di Julian Schnabel (USA, Francia)

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Joel Coen Ethan Coen 
per il film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel Coen e Ethan Coen (USA)

 

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:
THE NIGHTINGALE
di Jennifer Kent (Australia)

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI
a un giovane attore o attrice emergente a:
Baykali Ganambarr
nel film THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia)

LEONE DEL FUTURO 
PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS” a:

YOM ADAATOU ZOULI (THE DAY I LOST MY SHADOW)
di Soudade Kaadan (Repubblica Araba Siriana, Libano, Francia, Qatar)
ORIZZONTI

il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a:
KRABEN RAHU (MANTA RAY)
di Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia, Francia, Cina)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:
Emir Baigazin
per il film OZEN (THE RIVER) (Kazakistan, Polonia, Norvegia)

il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a:
ANONS (THE ANNOUNCEMENT)
di Mahmut Fazıl Coşkun (Turchia, Bulgaria)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE a:
Natalya Kudryashova
nel film TCHELOVEK KOTORIJ UDIVIL VSEH (THE MAN WHO SURPRISED EVERYONE) di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov (Russia, Estonia, Francia)

il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE a:
Kais Nashif
nel film TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (Lussemburgo, Francia, Israele, Belgio)

PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Pema Tseden
per il film JINPA di Pema Tseden (Cina)

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
KADO
di Aditya Ahmad (Indonesia)

il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE
EUROPEAN FILM AWARDS 2018 a:
GLI ANNI
di Sara Fgaier (Italia, Francia)

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a:
THE GREAT BUSTER: A CELEBRATION
di Peter Bogdanovich (USA)

il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a:
LA NOTTE DI SAN LORENZO
di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982)

 

Venezia 75 non ha deluso le sue aspettative. Tanti bei film, tutto si può dire ma ha messo d’accordo critica e pubblico. Tanti spettatori paganti sopratutto giovani che hanno intasato il palazzo del Cinema per vedere in anteprima delle opere filmiche che tra qualche mese potrebbero scaricare su di un qualsiasi digital – device a poco prezzo.

Stile e glamour l’hanno non sono mancati sfarzo ma senza tanta ostentazione sgradevole. Una rassegna Cinematografica che ha fatto da vetrina per l’Italia in un momento abbastanza districato per tante vicissitudini per il nostro Paese che sprizza di arte e cultura.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

 

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *