E’ la scena indie a dominare le uscite discografiche, in arrivo Guè Pequeno

Come avete passato l’estate? Pronti a ricominciare?

Sì, perchè a settembre ricomincia un po’ tutto. I giovani tornano a scuola, il traffico torna in città, arrivano le uscite discografiche e parte questa rubrica: Venerdischi della settimana, nella quale proverò a illustrarvi le novità musicali.

Sapete, ho ascoltato di tutto negli ultimi due mesi dalle bachate di Ozuna alla disco anni ottanta, dal reggaeton alla trap di Achille Lauro. Per cui mettetevi comodi e cominciamo. Prometto di non utilizzare la penna in modo scorretto come avrei potuto fare fin da adesso. Prometto che lascerò fuori il personale mentre vi parlerò di questi dischi. Prometto di essermi fedele sempre. Prometto di darvi la versione migliore di cio che penso. Senza rancore.

Partirei dalla cosidetta scena indie che tanto piace ai ragazzi.

Mentre Gazzelle annuncia un mini tour nei palazzetti,  Milano il 1 novembre e Roma il 3 novembre,  i The Giornalisti sono pronti con il nuovo disco “Love”(Carosello Records) in uscita il 21 settembre, prodotto da Dario Faini ed anticipato dall’ultimo singolo New York.

Antonello Venditti porta “Sfiga”. No, non fraintendetemi è solo il nome dell’ultimo singolo, contenuto nella riedizione di “Sotto il segno dei pesci” per il suo quarantesimo anniversario.  Speriamo non sia un brutto “segno” questo titolo.

Da annoverare tra le uscite internazionali significative, il disco della super rossa dalla voce inconfondibile Jess Glynne “Always in Between” (East West Records UK) e David Guetta con “7”.

Riccardo Sinigallia dopo i grandi successi in veste di produttore (vedi Motta nella Fine dei Vent’anni)  torna sulle scene con “Ciao Cuore” (Sugar) anticipato dal videoclip dell’omonimo singolo con protagonista il formidabile Valerio Mastandrea.

Enrico Nigiotti è in uscita con “Cenerentola”  (RCA Recors Label),  in radio da qualche giorno con Gianna Nannini con Complici

Niccolò Agliardi esce con “Resto” (edizioni Curci/Artist First)  una raccolta di 25 brani di successi selezionati all’intero di suoi quattro album.

Guè Pequeno presto fuori ovunque (come piace dire a quelli della scena rap) con “Sinatra” e chissà che non volerà pure per l’universo la sua musica come in Fly to the moon.

Dovrei parlarvi di un altro disco. Ma preferisco non commentare perchè sconfineremo nel trash e vi assicuro che il mio intento non è quello di offendere qualcuno. Potrei anche raccontarvi la mia estate, ma…scusate, devo ancora riprendermi da tutto questo sole. Ora metto un po’ di crema all’aloe per le scottature, rifaccio il letto e vado ad ascoltare tutta questa buona musica.

Ci si vede in autunno. Pace.


RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA’ – Iscriviti gratuitamente qui!

Simone Pozzati

Scrittore e autore di canzoni. il suo primo libro "Labbra Blu" (Diamond Editrice 2015), è una raccolta di storie nere, di inusuale follia, che rievocano le dantesche e infernali cantiche. È stato il curatore editoriale del libro contro la violenza sulle donne "Era mio padre" - Claudia Saba (Diamond Editrice 2016). Il drago di Carta (Augh Edizioni 2017) è una favola per bambini volta a far riflettere sul valore dei sogni. Presto diventata spettacolo teatrale. Ha collaborato come autore all'ultimo disco dei Remida "In bianco e nero" (Radiocoop Edizioni)

Un pensiero riguardo “E’ la scena indie a dominare le uscite discografiche, in arrivo Guè Pequeno

I commenti sono chiusi