Torna Anna Todd. Dopo After, arriva una nuova serie: possiamo volare tra le stelle con Karina e Kael

Dopo l’enorme successo di After – serie scritta un po’ per gioco, caricata dalla giovane scrittrice dapprima sulla piattaforma Wattpad e poi, dopo essere stata letta da milioni di persone, pubblicata dalle migliori case editrici – Anna Todd, la scrittrice che fa diventare pazzi i giovani di tutto il mondo con le sue storie struggenti, strappalacrime ma anche ribelli, un po’ trasgressive e certamente appassionate, è tornata.

Ed è tornata a piena carica, con un altro amore forte. Forte, sì, ma anche doloroso.

Stars (Noi stelle cadenti) è già un fenomeno nelle librerie.

Karina è una ventunenne già apparentemente adulta. Ha il cuore ammaccato ed ha imparato a sue spese – ahimè – che la vita sa essere dura, soprattutto quando i soldi mancano e ce la si deve cavare da soli. Il divorzio dei suoi genitori le ha lasciato dei segni importanti, dei graffi sull’anima difficilmente curabili. Inoltre, tutto nella sua vita è sempre girato intorno alla vita militare. Suo padre appartiene a quel mondo… un mondo fatto di basi, di missioni, di comportamenti rigidi e di partenze improvvise. Sua madre è scappata quando era bambina e suo padre si è riaccompagnato con una donna che, be’, a lei non piace poi troppo. Quindi i suoi unici contatti con il padre si circoscrivono al martedì, giorno in cui è prevista una cena. Austin, il suo gemello, ha una tremenda attitudine a mettersi nei guai.

Insomma, Karina non è serena. Nonostante il suo lavoro da masso terapeuta le dia infinite soddisfazioni, non è sempre facile arrivare a fine mese.

A un certo punto, in questa vita un po’ incasinata, sbuca Kael. Il ventunenne è tanto freddo caratterialmente quanto caldo di temperatura, distante. Sempre un po’ triste. Non troppo loquace.

Ah, sì, dimenticavo… Kael è un militare. E ne porta i segni. Due missioni in Afghanistan e il cuore pieno di ferite, è sempre in allerta. Non è così quando si vive in un posto dove è facile veder morire i propri amici? Dove bisogna guardarsi costantemente le spalle?

Da subito i due instaurano un rapporto forte. Una sorta di bisogno. Tanto quanto Karina sente il bisogno di raccontargli tutto, proprio tutto, della sua vita, tanto Kael non parla tanto. Ma ascolta. Registra tutto quello che dice.

Si cercano, si bramano, si legano sin dall’inizio, ma non è così facile.

E allora il passato è denso di segreti e le bugie sono ancora più amare quando si scoprono dopo tempo.

Anna Todd racconta di un amore giovanile ma anche adulto, un amore un po’ macchiato, un amore che non dovrebbe – no, assolutamente – esistere. Un amore che fa bagnare gli occhi. Un amore che spoglia di colpe e di certezze.

Un amore che non sazia la nostra voglia di romanticismo perché di romantico non ha un bel nulla.

Federica Cabras

Ventiseienne, grande sognatrice. Legge per 12 ore al giorno e scrive per le restanti 12. Appassionata di cani, di crimine, di arte e di libri. Dipendente dalle paste alla crema. Professione, giornalista.