L’Istituto Europeo di Design festeggia i 25 di presenza in Spagna

L’Istituto Europeo di Design ha festeggiato il successo di unimpresa education portatrice dei valori del made in Italy oltre i confini nazionali organizzando una sfilata esclusiva al Museo Guggenheim di Bilbao

LIstituto Europeo di Design ha festeggiato 25 anni di presenza in Spagna con un evento esclusivo che si è tenuto al Museo Guggenheim di Bilbao nell’ambito del programma TOPArte del Museo Guggenheim, in occasione della Bilbao Bizkaia Design Week.

 Un anniversario che, per tutto il Network e per il nostro Paese, porta con un significato più ampio: il successo di un’impresa education che si è fatta portatrice dei valori del made in Italy dichiara Emanuele Soldini, Direttore IED Italia. IED nasce nel 1966 in Italia a Milano e in più di 50 anni è uscito dai confini nazionali per aprire la sua attività educativa in Spagna e Brasile, rimanendo l’unica scuola di alta formazione in ambito creativo a matrice totalmente italiana. La sua vocazione non è mai cambiata nel tempo: il motore di IED sono i giovani, la loro formazione, la loro educazione nel rispetto di una visione innovativa e internazionale, sempre attenta ai cambiamenti del mercato del lavoro”.

Il Museo ha aperto per la prima volta i suoi spazi ad una scuola di Designospitando una sfilata di stilisti nazionali e internazionali e accendendo i riflettori su venticinque collezioni realizzate da Alumni IED. Una varietà eclettica di capi e visioni che hanno messo in evidenza l’individualità internazionale di designer provenienti da paesi come Italia, Brasile, Romania, Israele, Messico e Regno Unito.  Per l’occasione inoltre, dueAlumni di IED Madrid e Barcellona insieme a Francesco Murano, neodiplomato IED Milano, hanno ideato due look ciascuno, realizzando una capsule collection che ha celebrato il 60° anniversario dalla costruzione del Museo Guggenheim di New York. Le linee curve a spirale, la delicatezza delle opere d’arte esposte e la ricchezza dell’architettura dell’edificio sono state fonti d’ispirazione per gli outfit, alcuni dei quali sono stati realizzati con i tessuti Gratacós offerti appositamente per l’evento.

“La moda è il mezzo più potente per esprimere l’identità degli esseri umani – aggiunge Alessandro Manetti, Direttore IED Spagna. È ciò che raccoglie e tiene insieme i sogni, le pulsioni, le preoccupazioni, le ispirazioni delle persone. Per questo abbiamo composto un mosaico che rappresenta il talento di IED in Spagna degli ultimi 25 anni. IED ha visto nascere un’importante generazione di designer che promuovono la cultura e la sensibilità del design in tutto il mondo. Abbiamo sempre precorso i tempi e oggi vogliamo festeggiare guardando al passato, ma anche parlando del presente e del futuro, con lo sguardo fisso sulle sfide che il mondo contemporaneo ci presenta”.

Tra i modelli in passerella, hanno sfilano le collezioni di rinomate firme della moda, giovani promesse emergenti, stilisti che hanno ottenuto premi importanti come il Vogue Who’s On Next o il Samsung EGO Innovation Project, habitué della New York Fashion Week o delle passerelle della Mercedes Benz Madrid Fashion Week o la 080 Barcelona Fashion. Le collezioni selezionate definiscono il futuro della moda e riflettono le sfide che il settore si trova ad affrontare, con proposte create in un’ottica sostenibile, disegni concettuali e d’avanguardia, delicati capi fatti a mano da produzioni locali o abiti da cerimonia per le grandi occasioni che seguono le tecniche dell’haute couture.

L’Istituto Europeo di Design ha iniziato il suo percorso in Spagna nel 1994 inaugurando la sede di Madrid a cui, otto anni dopo nel 2002, si è aggiunta la sede di Barcellona. Oggi il Network internazionale IED – 11sedi in 3 paesi del mondo Italia, Spagna e Brasile – festeggia a Bilbao non solo un anniversario ma il successo di un’impresa nata nel 1966, che ha contribuito allo sviluppo del sistema design attraverso molti dei progetti realizzati dai suoi Alumni. Gli ex-studenti IED sono oggi infatti una comunità globale: più di 120.000 e provenienti da 130 nazioni, ambasciatori delle professioni creative in tutto il mondo nei settori della moda, del design, della comunicazione e delle arti visive. I numeri del network dimostrano la forza di un modello che si è evoluto nel tempo rimanendo sempre fedele alla sua vocazione primaria, la formazione dei giovani, e raggiungendo ogni anno la presenza fra tutte le sedi IED di10.000 studenti. Una solidità che in Spagna ha portato in 25 anni nelle scuole di Madrid e Barcellona alla formazione di 40.000 designer e cheoggi accoglie nelle sue aule fino a 3.300 studenti l’anno, consolidandol’Istituto come centro di riferimento nella formazione al design in tutta la penisola iberica.

Valentino Odorico

Consulente in comunicazione e fashion editor, scrive per numerose testate di moda a livello internazionale. E' docente universitario di semiotica della moda e giornalismo. In Svizzera collabora anche con la televisione e la radio, dove conduce programmi e ha varie rubriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *