Hummus di ceci alla birra | Vegan | Filippo Prime

Oggi parliamo di hummus, la famosissima crema a base di legumi (solitamente ceci) tipica della cucina mediorientale ma conosciuta e apprezzata ormai nel mondo sopratutto nelle tavole di vegetariani e vegani. Molte sono le sfaccettature che questa ricetta ha acquisito nel corso del tempo e altrettanti sono i sapori con cui è possibile aromatizzarla. Se vi piace la birra dovete assolutamente assaggiare questo hummus dal retrogusto amarognolo.

INGREDIENTI

  • 400gr ceci secchi
  • 300ml birra bionda
  • 2 spicchi d’aglio
  • Un cucchiaio semi di cumino
  • Un cucchiaino salsa tahina
  • Olio evo qb
  • Sale fino qb

PROCEDIMENTO

Lasciate i ceci in ammollo in abbondante acqua (sufficiente per coprirli per tutto il tempo) per 10/12 ore. Una volta reidratati scolateli, sciacquateli accuratamente e trasferiteli in una pentola capiente con abbondante acqua salata in cui dovranno cuocere per un’ora.

Nel frattempo versate, in una casseruola, un generoso filo d’olio, l’aglio a fettine e i semi di cumino. Fate soffriggere per qualche minuto quindi spegnete e lasciate riposare così da permettere al cumino di sprigionare il suo sapore.

Scolate i ceci cotti e uniteli nella casseruola assieme alla birra. Fate cuocere, a fuoco medio basso, fino a quando la birra non sarà quasi del tutto evaporata. Lasciate intiepidire, aggiungete la salsa tahina e un generoso pizzico di sale.

Con l’aiuto di un frullatore ad immersione tritate i ceci fino ad ottenere una crema liscia e vellutata. In alternativa, se preferite, trasferite il composto in un mixer e utilizzate quest’ultimo per ottenere lo stesso risultato.

L’hummus è pronto per essere spalmato su una fetta di pane tostato, per arricchire un piatto di polpette, per condire una pasta fredda o per accompagnare delle verdure crude in un aperitivo.

Filippo Prime - VeganQuantoBasta

Chef Vegano per passione e per lavoro. Propongo ricette che hanno come filo conduttore il gusto, la tradizione e la semplicità. Seguitemi su Instagram @vegan.qb e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *