Si alla 77′ mostra del cinema di Venezia. A confermarlo e il governatore del veneto Luca Zaia

“La Mostra del cinema di Venezia si farà a settembre come previsto”, conferma Luca Zaia, Governatore del Veneto e membro del CdA. “Gli esperti dicono che settembre è la finestra per le elezioni quindi si può fare la Mostra. Ho parlato con il Presidente Roberto Cicutto e sul problema Biennale Architettura è stato detto che la maggior parte degli espositori non se la sentiva di fare gli allestimenti dei padiglioni, sulla Mostra del cinema probabilmente non ci saranno tutte le produzioni che siamo abituati a vedere perché si sono fermate le lavorazioni ed anteprime dei film”. fino ad ora i segnali sui contagi sono positivi e fanno ben sperare”.

Il governatore del Veneto Luca Zaia nel corso di una conferenza stampa esprime ottimismo sulla fattibilita’ della Mostra del Cinema di Venezia. Non sara’ un’edizione classica ma, secondo il presidente della Regione, “va fatta come segno di rilancio. Confermate, da parte della Biennale, le edizioni del festival del teatro (dal 14 al 24 settembre), della musica (dal 25 settembre al 4 ottobre) e della danza (dal 13 al 25 ottobre). La Biennale di Architettura prevista per quest’anno è stata invece posticipata al 2021. La 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è organizzata dalla Biennale di Venezia e diretta da Alberto Barbera; si svolgerà al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2020. La Mostra è riconosciuta ufficialmente dalla FIAPF (Federazione Internazionale delle Associazioni di Produttori Cinematografici).


La Mostra vuole favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, di spettacolo e di industria, in uno spirito di libertà e di dialogo. La Mostra organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema. E se anche sarà meno scintillante e popolosa degli ultimi anni, di certo, sarà la Mostra della rinascita. Un’edizione particolare, questo sì, con misure di sicurezza, distanziamento sociale, videoconferenze e “prime” online. Ma che non rinuncerà al red carpet e agli ospiti.

Ora fervono i preparativi per un festival che imporrà tanti cambiamenti e limitazioni, ma che non vuole perdere la sua identità di evento dal vivo pur utilizzando ogni tecnologia possibile per dare supporto alla stampa internazionale che non potrà raggiungere il Lido. Al momento, si stanno facendo simulazioni su una giornata tipo e si stanno aspettando anche le linee guide definitive da rispettare. nei giorni a seguire verranno resi noti il cast della giuria il parter e le guest star che sfilerano come ogni anno l’intramontabile red carpet, bisognerà solo capire come e in che modalità mascherine a parte e restrizioni o distnze permettendo con l’augurio come ha ribadito Barbera che da qui a settembre la pandemia possa diminuire drasticamente per permettere un festival che ha reso grande il bel Paese

Armando Biccari

Mi chiamo Armando Biccari ho origini pugliesi sono un giornalista ho lavorato e lavoro lavoro per diverse Testate giornalistiche online e Carta Stampata, e Radio TV ho vissuto in diverse città Italiane Genova, Venezia, Prato Macerata. Tra le mie passioni ci sono oltre al Cinema la comunicazione musicale Sociologia dei New Media Audiovisivi Televisione, e la comunicazione scientifica e tutto il resto...