Intervistiamo MARCELLA BELLA – META’ AMORE META’ DOLORE, il nuovo album, la collaborazione con Mario Biondi e il tour

Si intitola Metà amore metà dolore, l’album di Marcella Bella di recente uscita, prodotto da Mario Biondi. Dieci i brani, compreso un loro sorprendente duetto, firmato dai fratelli Rosario e Gianni Bella.

Un ennesimo capitolo della lunga carriera dell’artista catanese, che si lascia trasportare con curiosità e naturalezza verso nuove sonorità, svelando ogni sfumatura della sua eclettica voce.

Le tracce sono firmate da lei stessa con Mario Biondi, Mogol, Max Greco, Stefano Pieroni e dai fratelli Gianni, Rosario e Antonio Bella. Accattivante il look, ispirato alle grandi star della discomusic, curato dallo stylist milanese (ma da anni americano di adozione) Cesare Zucca, che studiò la sua immagine (e di molte altre, tra cui Madonna e Annie Lennox) già ai tempi della sua hit ‘Nell’aria’ (‘83).

Come è nata la collaborazione con Biondi?

Ci conosciamo da anni. Mario ha mosso i primi passi musicali con mio fratello Gianni, conosce tutto il suo repertorio, persino il pezzo ‘I sogni di un robot’ che quasi nemmeno lui si ricordava di aver composto! La nostra idea di collaborare insieme nacque al Teatro dal Verme di Milano, durante la puntata di ‘Una serata bella…’ dedicata proprio a Gianni (colpito da ictus nel gennaio 2010; ndr), dopo aver cantato insieme ‘L’ultima poesia’. Siamo entrati in studio, abbiamo lavorato bene, quasi sempre buona la prima

Quali tracce ti sono entrate più nel cuore?

Sicuramente ‘Metà amore metà dolore’, la prima scritta da mio fratello, con la complicità di Rosario, dopo la malattia. L’abbiamo fatta ascoltare a Mogol che l’ha impreziosita con un bel testo. Gli amori passionali, fanno soffrire, creano tormento, ma se c’è la passione c’è anche tutto il resto. Poi ci sono altre tracce come ‘Non mi basti più, che è stato il primo clip, ‘Passione Musica’ e la cover di ‘Com’è buia la città’, ai tempi cantata da Caterina Caselli e ‘Dimmi dove vai, scritta da Max Greco. Mi sono divertita a interpretare questo pezzo, cantandolo in maniera differente dal solito

Parlando di musica, non possiamo non ricordare l’accoppiata straordinaria dei fratelli Bella. Come sta Gianni?

Vive la sua situazione in una maniera solare, positiva, ma teme lo stress, che è poi quello che gli ha causato la malattia. Per una sorta di autoprotezione evita troppe uscite, ma continua a comporre aiutato al piano da Rosario, che gli suona gli accordi. Pur non riuscendo ancora a parlare ha reagito benissimo, non è caduto in depressione ed è felice di aver superato quel terribile dramma, che ha rischiato di portarselo via. Un mese di coma. Un miracolo

Marcella, quali sono le giovani colleghe che apprezzi di più?

Amo Malika Ayane, la Consoli, e Adele. Adoro gli artisti che sanno distinguersi e che non copiano i colleghi del panorama internazionale. Sono curiosa e spazio molto, dal rock, al blues. Spesso vado anche all’ Opera. Inizialmente non capivo il perché fossi così attratta da un mondo tanto distante dal mio, ma un giorno ho scoperto che papà aveva fatto parte del coro del Teatro Massimo di Catania, avendo una voce da tenore

Un disco nuovo, un look strepitoso: quando partirai in tour?

Presto. E nel massimo rispetto dei ricordi del pubblico, non stravolgerò i pezzi. Li ascolterete così, come li ricordate, rinfrescheremo solo gli arrangiamenti. Ci saranno tutte da ‘Montagne verdi’, a ‘Rio de Janeiro’, all’ ‘L’ultima poesia’ e tutti gli altri miei successi, oltre che molto del mio nuovo disco

Mario Biondi sarà ospite in qualche tua data, o vi rivedrete per parlare del Festival di Sanremo. Gira la voce…

Magari ci sarà qualche sorpresa ma…davvero si dice questo? In coppia? Incrocio le dita! Chiaramente un pezzo da parte l’ho tenuto e mi candiderò. Non si sa mai e su quel palco, non te lo nascondo, ci salirei volentieri. Però di fare coppia con Mario no, ne abbiamo parlato, ma sarebbe davvero splendido

 

Sonja Annibaldi

Sonja Annibaldi - Giornalista e speaker dal 1993, si occupa da sempre di musica e spettacolo e collabora con importanti testate nazionali. Ama il rock, il sushi, la storia dell’arte e i cani. Vive con Blanco, il suo inseparabile Cavalier King.