Mimosamisù | Vegan | Filippo Prime

La torta mimosa, simbolo per eccellenza della pasticceria nel giorno della festa della donna, è nata a Rieti negli anni cinquanta del Novecento. Dopo tutti questi anni passati perciò sono nati molti dessert alternativi al dolce tradizionale. La versione che oggi voglio proporvi è la mia mimosamisù: un tiramisù in tazza preparato con il classico pan di Spagna giallo previsto nella ricetta originale.

INGREDIENTI (per 4 tazze)

Per la crema

  • 500ml crema pasticciera (trovate la ricetta nei miei articoli precedenti)
  • 300ml panna di soia da montare

Per il pan di Spagna

  • 160gr farina
  • 140gr amido di mais
  • 100gr olio di semi
  • 120gr zucchero
  • 150ml latte di soia
  • 100gr panna di soia
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale fino
  • Qualche goccia di colorante alimentare giallo

PROCEDIMENTO

Iniziate preparando il pan di Spagna. In una terrina unite lo zucchero e l’olio. Mescolate per qualche minuto con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto schiumoso. Quindi amalgamate anche la farina, l’amido di mais, il sale e il lievito. Aggiungete ora il latte, la panna, il colorante e per ultimi i semini di vaniglia ricavati dalla bacca.

Mescolate accuratamente fino ad ottenere un impasto liscio e bello denso. Versatelo in uno stampo a cerniera del diametro di 20cm precedentemente unto e infarinato. Fate cuocere per 35 minuti a 170°C. Nel frattempo preparate la crema pasticcera e lasciatela raffreddare completamente.

Montate a neve ferma la panna e amalgamatela accuratamente alla crema aggiungendo quest’ultima un po’ alla volta.
Tagliate il pan di Spagna a fette spesse un centimetro ed eliminate la crosta esterna quindi tagliate ogni fetta a listerelle e infine a dadini il più possibile delle stesse dimensioni.

Assemblate ora le tazze disponendo tre strati di pan di Spagna a dadini intervallati da due strati di crema. Riponete in frigorifero fino al momento di servirle. Per un tocco di freschezza in più potrete aggiungere una fragola sul bordo della tazza incidendola sulla punta con un coltellino.

Filippo Prime - VeganQuantoBasta

Chef Vegano per passione e per lavoro. Propongo ricette che hanno come filo conduttore il gusto, la tradizione e la semplicità. Seguitemi su Instagram @veganquantobasta e su Facebook